LE STRADE DEL PROSECCO

Il primo tour di quest’anno ci porta a visitare le zone del Prosecco del trevigiano.
Partenza come al solito dalla sede del Club, direzione Resana, Vedelago, Montebelluna e arrivati a Biadene, prendiamo la Via 18 Giugno, strada che corre in tutta la sua lunghezza il colmo delle Colline del Montello.
Arrivati a Nervesa della Battaglia, torniamo indietro verso Nogare correndo di fianco all’alveo del fiume Piave.
Da Nogare svoltiamo a destra per Vidor e passiamo nell’ordine Colbertaldo, Farra di Soligo , Soligo, Pieve di Soligo, Refrontolo e Tarzo, dove svoltando a destra, percorriamo una strada stretta e sorprendentemente ricca di curve che vi sorprenderà, fino arrivare a Vittorio Veneto, dove passiamo per Serravalle, quartiere di Vittorio Veneto, che ne rappresenta la porzione settentrionale.
Un tempo cittadina ben distinta dagli altri sobborghi della città, tra i quali spicca Ceneda, in seguito all’unione con quest’ultima è divenuta parte integrante dell’odierno comune.
Subito dopo svoltiamo a sinistra per passare Revine e i laghi di Santa Maria e di Lago di Lago.
Arriviamo così a Cison di Valmarino.
Cison Valmarino è un paese ricco di storia, dove possiamo ammirare la Chiesa dei Santi Giovanni Battista e Maria Assunta, il Palazzo di Montalbano, la Loggia e la fortezza di CastelBrando, fortezza che si erge sopra il paese e le sue aree rurali.
Svoltiamo quindi a sinistra verso il Molinetto della Croda, dove facciamo una sosta.
Il Molinetto della Croda è un antico mulino ad acqua, sorto nel 1630, con l’aggiunta poco dopo di un alloggio per la famiglia custode, di una stalla e di un granaio.
Sfruttava le acque del torrente Lierza, principale affluente del Soligo, ai piedi di un salto d’acqua di 12 metri; fu dismesso nel 1953.
Da lì puntiamo verso Refrontolo, Pedeguarda e Follina, dove possiamo vedere la famosa Abbazia di Santa Maria, complesso monastico risalente al 1127.
Ci dirigiamo quindi verso Valdobiadene, dove svoltando poco prima a sinistra arriviamo alla Trattoria “ALLA CIMA” – via Cima, 13 – 31049 Valdobbiadene (TV) – Tel. (+39) 0423 972711 www.trattoriacima.it, dove pranziamo.
Dopo pranzo ripartiamo, e passato il Fiume Piave, arriviamo a Pederobba , da dove attraverso i paesi di Pieve, Bellato e Caniezza, arriviamo a Possagno, dove possiamo ammirare il Tempio Canoviano, chiesa neoclassica, progettata all’inizio del XIX secolo dal celebre architetto Antonio Canova.
Andiamo poi per Castelcucco, Farnea, Monfumo, e poco prima di arrivare a La Valle, deviamo a destra per la Forcella Mostaccin (372 mt).
La forcella Mostaccin è un piccolissimo e divertente valico, che collega i due versanti dei colli Asolani, che ci permette di arrivare a Maser, con l’omonima Villa e Tempio Palladiani.
La Villa di Maser (Villa Barbaro) e il Tempio Palladiano, sono due dei capolavori di Andrea Palladio (1508-80), Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Dopo Maser andiamo ad Asolo, con il suo splendido centro antico e la sovrastante rocca del XII secolo, dove se abbiamo rispettato i tempi, in questo splendido scenario, possiamo pensare di fermarci e prendere un aperitivo (NB = il centro la domenica è isola pedonale e quindi sarà necessario parcheggiare le moto e procedere a piedi).
Qui finisce il primo giro della stagione, e da qui andando verso Riese Pio X° e Castelfranco Veneto, torniamo a casa.

  4 marzo 2018 | ritrovo ore 9:30 – partenza ore 9:45

  Ceccato Motors s.r.l. | Via Venezia, 17 – 35126 Padova

  lunghezza percorso: 280 Km

 

Preleva la traccia GPS del percorso e caricala nel tuo navigatore seguendo la guida.Scheda viaggio

 

 

 

 

 

Norme di sicurezza

Si raccomanda a tutti i partecipanti di osservare scrupolosamente le norme del Codice della Strada, di rispettare la propria posizione e la distanza di sicurezza tra un veicolo e l’altro all’interno del gruppo.

BMW Motorrad Club Padova

ci trovi il sabato10:30 - 12:30

Seguici sui Social!

Guarda le Nostre Foto!

Contattaci

Copyright 2018 © www.bmwmcpadova.it - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy